Immissioni in ruolo, D’Aprile: si moltiplicano le procedure e diminuiscono i posti

Immissioni in ruolo, D’Aprile: si moltiplicano le procedure e diminuiscono i posti

Su 80 mila posti disponibili, il Ministero ne ha autorizzati solo 50 mila, penalizzando ancora una volta gli idonei ai concorsi ordinari. Lo dichiara il Segretario generale Uil Scuola Rua Giuseppe D’Aprile. Il Ministero giustifica la mancata autorizzazione dei restanti 30.216 posti con la necessità di avviare rapidamente le procedure autorizzative per i bandi concorsuali, al fine di raggiungere gli obiettivi stabiliti dal PNRR - sottolinea D’Aprile.

Continua a leggere

D’Aprile: servono garanzie per i docenti ingabbiati e quelli del concorso straordinario bis e coloro che hanno tre anni di servizio”

D’Aprile: servono garanzie per i docenti ingabbiati e quelli del concorso straordinario bis e coloro che hanno tre anni di servizio”

C’è poco di straordinario, va strutturato un reclutamento serio e snello oltre a valorizzare e non disperdere le esperienze di tutto il personale acquisite sul campo. Siamo in attesa del Decreto che dovrà chiarire – ci auguriamo – in maniera definitiva, i contenuti dei prossimi percorsi abilitanti. Dal decreto ci aspettiamo garanzie per i docenti […]

Continua a leggere

Veronese e D´Aprile: “Su Alternanza scuola lavoro e sicurezza, incontro interlocutorio”

Veronese e D´Aprile: “Su Alternanza scuola lavoro e sicurezza, incontro interlocutorio”

L´incontro odierno svoltosi presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sul tema Alternanza Scuola Lavoro - PCTO / Sicurezza, è stato interlocutorio. Restiamo in attesa di conoscere le successive date di convocazione, nella speranza di cominciare ad avere qualche risposta sul tema della sicurezza sul lavoro.

Continua a leggere

Differimento e rateizzazione TFS-TFR dichiarati incostituzionali, una battaglia vinta dalla UIL

Differimento e rateizzazione TFS-TFR dichiarati incostituzionali, una battaglia vinta dalla UIL

Stop alla penalizzazione per i lavoratori del settore pubblico. Dichiarazione della Uil-Fpl, Uil Scuola-Rua e Uil-Pa sulla sentenza della Corte Costituzionale sul differimento e la rateizzazione del Tfr e del Tfs dei dipendenti pubblici. “La sentenza n.130 della Corte Costituzionale dichiara anticostituzionale il differimento e la rateizzazione del Tfr e del Tfs dei dipendenti pubblici […]

Continua a leggere

Il differimento del TFS/TFR per i dipendenti pubblici è un’appropriazione indebita da parte dello stato

Il differimento del TFS/TFR per i dipendenti pubblici è un’appropriazione indebita da parte dello stato

Nel nostro Paese ci sono più di 1 milione e 600mila lavoratori pubblici il cui diritto alla liquidazione del Tfs/Tfr è stato e continua ad essere leso contro ogni legittimità costituzionale. Per ottenere l’anticipo della liquidazione, la cui procedura è tra l’altro lenta e dall’esito non scontato, si arriva a pagare più di 2000 € tra tassi di interesse e commissioni. Lo rilevano attraverso un’analisi le tre federazioni del settore pubblico della UIL - la UIL FPL, la UIL Scuola RUA e la UIL PA.

Continua a leggere

Decreto PA2, D’Aprile, accolte nostre rivendicazioni.

Decreto PA2, D’Aprile, accolte nostre rivendicazioni.

Semaforo verde per percorsi abilitanti e concorso religione cattolica. Sugli idonei dei concorsi servono maggiori garanzie. Resteremo attenti su questo tema. Un primo concreto intervento. Ci auguriamo ne seguiranno altri. Il Decreto-legge PA2 approvato dal Consiglio dei Ministri, risponde, in parte, ad alcune nostre rivendicazioni. Questo il commento del Segretario Uil Scuola Rua Giuseppe D’Aprile. […]

Continua a leggere

D’Aprile: anzianità pre-ruolo ridotta. È un danno inaccettabile, lo contrasteremo in ogni sede

D’Aprile: anzianità pre-ruolo ridotta. È un danno inaccettabile, lo contrasteremo in ogni sede

I docenti neo assunti avranno una retribuzione ridotta: è l'effetto del decreto ' Salva infrazioni'. Ancora una volta si fa cassa con i lavoratori della scuola”. Ad affermarlo è il Segretario generale Uil Scuola Rua Giuseppe D’Aprile, che analizza le conseguenze concrete del provvedimento approvato in forma di schema dal Consiglio dei ministri. Si tratta di una riforma in “peius” – spiega il segretario – che penalizzerà le nuove generazioni e tutti i docenti neo immessi in ruolo. Il Governo lo fa attraverso una motivazione di per sé nobile e giusta: “…quella  di mettere fine ad un contenzioso decennale proprio sui criteri di ricostruzione di carriera …” .

Continua a leggere

Diario di un anno di scuola

Diario di un anno di scuola

Abbiamo voluto fermarci un attimo, e guardare come in una istantanea, al lavoro fatto in questi mesi. Quello che segue è un diario di azioni, idee, iniziative, decisioni che hanno coinvolto insieme al sindacato, segreterie, lavoratori, politica e cittadini. Ripercorriamo attraverso link, video e immagini le date fondamentali di questo anno scolastico.

Continua a leggere

D’Aprile: mentre in Italia si moltiplicano le aggressioni al personale nel resto del mondo la scuola italiana gode del prestigio che merita

D’Aprile: mentre in Italia si moltiplicano le aggressioni al personale nel resto del mondo la scuola italiana gode del prestigio che merita

“Nel nostro viaggio in Etiopia, abbiamo fatto visita all’Istituto Comprensivo Galilei di Addis Abeba, la scuola italiana all’estero più grande del mondo, con circa mille iscritti. Abbiamo toccato con mano il profondo rispetto, la credibilità e l’autorità educativa che nutre il personale italiano”. Ad affermarlo è il Segretario generale Uil Scuola Rua Giuseppe D’Aprile che ha anche preso parte alla Festa della Repubblica presso l’ambasciata italiana ad Addis Abeba.

Continua a leggere

Uil: risposta chiara. Ora la politica decida: dica apertamente da che parte stare

Uil: risposta chiara. Ora la politica decida: dica apertamente da che parte stare

Un milione e 200 mila lavoratori della scuola - che sono anche elettori – che la fanno funzionare tutti i giorni con responsabilità e professionalità hanno il diritto di conoscere quali sono le forze politiche che sosterranno il sistema di istruzione nazionale e statale. Chiedere che sia lo Stato a dare garanzie di qualità, laicità, gratuità e pluralismo è un obiettivo di una modernità assoluta. Vogliamo parlare di accesso, opportunità, programmi, personale, mobilità, stipendi, diritti. La nostra azione sindacale continuerà nelle scuole per sostenerla convintamente.

Continua a leggere