D’Aprile: Servono chiarimenti. Sì a fondi privati se risorse indirizzate a sostegno della scuola nazionale

D’Aprile: Servono chiarimenti. Sì a fondi privati se risorse indirizzate a sostegno della scuola nazionale

il commento del Segretario generale Uil Scuola Rua rilasciato all’Ansa riguardo una eventuale differenziazione degli stipendi dei docenti in base al caro vita della regione.

Continua a leggere

Il ministero propone concorsi riservati, Uil: assumere su tutti i posti vacanti e disponibili

Il ministero propone concorsi riservati, Uil: assumere su tutti i posti vacanti e disponibili

Per la UIL è necessario un punto di partenza: prendere finalmente atto che finora ha governato una politica totalmente fallimentare in tema di accesso alla professione docente. Lo dicono chiaramente i numeri:    nell’a.s. 2021/22  erano poco più di 112.000 i posti autorizzati per le immissioni in ruolo e sono stati circa 45.000 i contratti a tempo indeterminato;    nell’a.s. in corso sono state 44.000 le assunzioni a tempo indeterminato a fronte di  94.000 posti autorizzati.

Continua a leggere

Reclutamento / D’Aprile: servono interventi politici. Ecco le misure da mettere in atto

Reclutamento / D’Aprile: servono interventi politici. Ecco le misure da mettere in atto

Le situazioni politiche da affrontare prima di qualsiasi soluzione tecnica riguardano una presa d'atto che il sistema di reclutamento attuato finora è stato fallimentare. Lo dicono i numeri: solo quest'anno 50mila posti vacanti a fronte di più di 90mila posti disponibili per le assunzioni a tempo indeterminato. Di questi, poco più di 3mila sul sostegno. A ciò aggiungiamo i contratti a tempo determinato su posto comune e di sostegno che hanno riguardato oltre 200mila precari. Per cui, è chiaro che il sistema dei concorsi messi in campo dal 2012 ad oggi non ha dato risposte concrete in questo senso. Va quindi modificato. Così il segretario generale della Uil Scuola Rua, Giuseppe D’Aprile.

Continua a leggere

D’Aprile: bene il rispetto degli impegni per la destinazione delle risorse al negoziato contrattuale 

D’Aprile: bene il rispetto degli impegni per la destinazione delle risorse al negoziato contrattuale 

I 300 milioni di euro, quelli già previsti per la valorizzazione del merito (valorizzazione dell’impegno in attività di formazione, ricerca e sperimentazione didattica) insieme ai 100 milioni una tantum, sono le somme che andranno ad incrementare ulteriormente gli stipendi del personale.

Continua a leggere

D’Aprile: ora è necessaria una coraggiosa presa di posizione da parte del Ministro

D’Aprile: ora è necessaria una coraggiosa presa di posizione da parte del Ministro

NESSUN INTERVENTO PER I VINCOLI MOBILITÀ DOCENTI Si invoca la continuità didattica dimenticando che 200mila precari garantiscono la regolarità delle lezioni. Nomine in corso per il fallimento dell’algoritmo, nomine dalle graduatorie dei concorsi a Natale, nomine spot sul sostegno: è questo il quadro di continuità che ci chiede l’Europa? Saremo coerenti: la soluzione della questione dei vincoli non può attendere. 

Continua a leggere

D’Aprile: vecchie logiche e soldi pochi

D’Aprile: vecchie logiche e soldi pochi

DOPO IL VIA LIBERA ALLA LEGGE DI BILANCIO / LA SCHEDA SULLE MISURE PER LA SCUOLA Si alimentano gli sprechi e si decidono misure che non portano né svolte significative, né soluzioni necessarie. Servono più coraggio, più fatti. Al Governo ricordiamo che il dissenso e la protesta non sono misure obsolete. Le misure che indichiamo sono tutte realizzabili se si sceglie di lasciare la scuola fuori dai vincoli di Bilancio e dal Patto di Stabilità.

Continua a leggere

Mattarella: «La Repubblica siamo tutti noi. Insieme»

Mattarella: «La Repubblica siamo tutti noi. Insieme»

Guardiamo al domani con uno sguardo nuovo. Guardiamo al domani con gli occhi dei giovani. Guardiamo i loro volti, raccogliamo le loro speranze. Facciamole nostre. Facciamo sì che il futuro delle giovani generazioni non sia soltanto quel che resta del presente ma sia il frutto di un esercizio di coscienza da parte nostra. Sfuggendo la pretesa di scegliere per loro, di condizionarne il percorso.

Continua a leggere

Ritardo pagamenti, D’Aprile: “Più rispetto per chi è in una condizione precaria, unica nel nostro Paese”.

Ritardo pagamenti, D’Aprile: “Più rispetto per chi è in una condizione precaria, unica nel nostro Paese”.

Sono numerosi i supplenti ma anche i neoassunti a tempo indeterminato in questo nuovo anno scolastico, 2022/23, che non hanno ancora ricevuto lo stipendio – afferma D’Aprile - È una situazione intollerabile, considerando anche il momento economico attuale. Il Governo ha incrementato di 150 milioni di euro il fondo per il pagamento delle supplenze brevi e saltuarie con il DL N.179 del 23 novembre che proroga gli sconti sul carburante, ma, ad oggi, nulla è stato fatto in questa direzione.

Continua a leggere

Cellulari in classe, D’Aprile: provvedimento isolato, ministro affronti altre priorità

Cellulari in classe, D’Aprile: provvedimento isolato, ministro affronti altre priorità

Questo provvedimento è un provvedimento isolato – rilancia il Segretario generale della Uil Scuola Rua – ci auguriamo che il ministro tiri fuori dai cassetti le misure urgenti che servono alla scuola. Mancano interventi concreti su precariato e reclutamento, sull’organico Ata, sull’abolizione dei vincoli alla mobilità del personale docente e sulla riduzione del numero di alunni per classi.

Continua a leggere

Incontro sindacati-Ministero/ D’Aprile: “Servono scelte radicali, coraggiose”

Incontro sindacati-Ministero/ D’Aprile: “Servono scelte radicali, coraggiose”

“Nulla su precariato e sul reclutamento, nulla sul contenzioso relativo al concorso dei dirigenti scolastici, nulla sull’organico Ata e sull’abolizione dei vincoli sulla mobilità. Sulla scuola, la nuova manovra non presenta un’alternativa alle politiche del precedente Governo bensì una negativa continuità”. Queste alcune delle criticità evidenziate dal Segretario generale Giuseppe D’Aprile durante l’incontro di oggi volto a fare chiarezza sulle questioni che riguardano la scuola nella manovra 2023.

Continua a leggere