Sciopero del 30 maggio, incontro dei sindacati col PD su ragioni e obiettivi

Sciopero del 30 maggio, incontro dei sindacati col PD su ragioni e obiettivi

Le richieste avanzate dai segretari generali di FLC Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal, Gilda Unams nel corso dell’incontro del 23 maggio con i responsabili scuola del PD.

Continua a leggere

Turi: sciogliere l’inganno del gioco delle tre carte

Turi: sciogliere l’inganno del gioco delle tre carte

Il ministero dell'Istruzione, in ritardo estremo, invia l'Atto di Indirizzo all'Aran per il contratto scuola. La Uil: aumento contratto non copre nemmeno inflazione

Continua a leggere

30 maggio: sciopero nazionale della scuola

30 maggio: sciopero nazionale della scuola

Sciopero della scuola per l’intera giornata il 30 maggio. Questa la decisione assunta dai sindacati di categoria al termine della riunione che si è svolta questa mattina al ministero del Lavoro. Nessuna risposta è giunta in merito alle richieste delle organizzazioni sindacali di modifica del DL 36 su formazione e reclutamento approvato nei giorni scorsi […]

Continua a leggere

DECRETO LEGGE / La scheda di analisi sul provvedimento del Governo

DECRETO LEGGE / La scheda di analisi sul provvedimento del Governo

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto-Legge n. 36 che introduce, con gli art. 44-46, un modello unitario di formazione, abilitazione e accesso in ruolo dei docenti, precisandone gli obiettivi e prevedendo un nuovo sistema di formazione continua obbligatoria sottraendo risorse alla contrattazione, alla card docenti e tagliando 10mila cattedre in organico di diritto.

Continua a leggere

Nuovo regolamento sulle supplenze: Il Consiglio di Stato boccia il Ministero

Nuovo regolamento sulle supplenze: Il Consiglio di Stato boccia il Ministero

È caos sull’avvio della procedura di aggiornamento per le supplenze.

Continua a leggere

Sempre e solo per decreto. La comunità scolastica non merita tutto questo.

Sempre e solo per decreto. La comunità scolastica non merita tutto questo.

Prende il via una grande mobilitazione che parte dai lavoratori per arrivare a coinvolgere l’intera comunità educante, che si vede ridurre l’ambito di autonomia di rilevanza costituzionale così come la libertà di insegnamento che rischia di subire inaccettabili condizionamenti.

Continua a leggere

TURI: “Una visione inaudita del nostro modello di scuola. Va cambiata subito direzione.”

TURI: “Una visione inaudita del nostro modello di scuola. Va cambiata subito direzione.”

“La riforma del reclutamento dei docenti è una controriforma perché si allontana dai valori e dai principi  costituzionali. Il modello scuola è amato da cittadini e studenti, perché cambiarlo? Se il decreto fosse approvato ne verrebbe fuori una scuola autoritaria. Ci porterebbe indietro di cent’anni”. Così, il Segretario generale UIL Scuola Pino Turi ha definito […]

Continua a leggere

Decreto Legge / Sindacati scuola: contestato metodo e strumento

Decreto Legge / Sindacati scuola: contestato metodo e strumento

Un progetto che sembrerebbe non contenere alcuna misura per il personale precario che non avrebbe alcuna possibilità di rendere stabile il proprio lavoro. Servono risorse per la valorizzazione docente che deve essere ricondotta pienamente alla contrattazione.

Continua a leggere

SCHEDA UIL SCUOLA / Decreto Legge su reclutamento insegnanti e scuola di alta formazione

SCHEDA UIL SCUOLA / Decreto Legge su reclutamento insegnanti e scuola di alta formazione

Ecco la scheda sullo scempio che prevede il decreto legge. Nuovo reclutamento. Punti a premi per i docenti di ruolo. Formazione. Aumento orario di servizio. Blocco mobilità e assegnazione provvisoria.

Continua a leggere

Dopo la dedizione arrivano i punti fedeltà: non è questa la prospettiva che vogliamo per la scuola.

Dopo la dedizione arrivano i punti fedeltà: non è questa la prospettiva che vogliamo per la scuola.

Il personale deve sapere come il governo e la politica stanno cercando di trasformare i professionisti della scuola in funzionari dediti e fedeli. Un obiettivo che torna ciclicamente ma che nessuno è mai riuscito ad attuare. Proprio mentre nei paesi anglosassoni c’è un ripensamento e il modello neoliberista viene guardato criticamente, in Italia, il Governo dei competenti lo sta realizzando.  

Continua a leggere